Intervista a Canale5 per Mattino5 da Federica Panicucci.

Posted by on January 14, 2010 in Press

 

Sono proprio un "ragazzo" sfortunato: ho due malattie che hanno i medesimi sintomi.
"Almeno e per fortuna" ne ho curata una…
Vinciamo noooi…!
Matteo

88 Responses to “Intervista a Canale5 per Mattino5 da Federica Panicucci.”

  1. sara.onali@yahoo.it SARA says:

    ciao Matteo e ciao a tutti. Ho guardato ora l’intervista ed evidentemente quel professore non sapeva dove arrampicarsi. A parte il fatto che dire “se ha qualche altra patologia sovrapposta non lo posso sapere” non è una gran bella pubblicità visto che ha seguito Matte per anni. Ma che si vergognasse, assieme alla Panicucci che invita i malati a non abbandonare assolutamente le cure dei medici.Ma dove vive questa? lo vede che spesse volte le tanto seguite cure uccidono prima della malattia in questione?…no comment…un sacco, milioni di persone si son curate da patologie anche molto gravi (alzheimer,tumori ecc..)proprio per aver avuto le palle di dire ai medici e per non essere più stati disposti ad essere cavie per i loro esperimenti. Certo se tutti fossimo sani, che guadagno avrebbero loro?e come mai personaggi noti per aver curato miliardi di persone da patologie definite per la scienza incurabili (kousmine, strauss, ecc) son stati fatti sparire e resi noti il meno possibile?
    guarda caso è?! fatevi un esame di coscienza e vergognatevi tutti: medici, presentatori che gli sostenete e chiunque si voglia aggiungere alla coda. Che società assurda di massoni!ma dove si andrà a finire?
    mi meraviglio che non si sia pronunciato Costanzo.
    Per quanto mi riguarda VAI MATTE SEI UN GRANDE,TI MERITI TUTTO IL BENE DI QUESTO MONDO

  2. M. says:

    Ciao,Matteo sei stato un grande come hai affrontato questa intervista !
    Bhe il Prof. (o chi per lui) se ti aveva diagnoisticato una secodaria progressiva …aveva toppato..come fanno i sintomi a regredire ?
    Mettiamo pure che come dice lui, tu non stai curando la scelrosi ….(datti una bella grattata), secondo me hanno toppato comunque , perche non hanno visto che avevi un patologia concomitante, e quindi se avessi fatto solo le terapie che ti proponevano loro non avresti avuto nessun recupero.
    Quindi un esame di coscenza ..se lo dovrebbero fare..

    Un caro saluto.
    M.

  3. Bigfoot says:

    Il medico : “…abbiamo medicine nuove…” Ecco tutto spiegato, il malato non deve essere guarito perché è una fonte di guadagno!

  4. chiara says:

    vorrei dire che è stato vergognoso come è stato trattato matteo a mattino 5. lui furbo, intelligente e se posso dirlo dolcissimo, la panicucci troppo di parte e pertanto scorretta, il professore…una cattiveria e un’ arroganza che n…on possono fare di lui un bravo medico
    .ma voi che fate la chelante….spendete tutto di vostra tasca o vi viene passato qualcosa? perchè è vergognoso.

  5. Jean says:

    Ciao ragazzi,
    parlo a nome di un amico che è malato di SM, penso che il vostro supporto stia aiutando moltissime persone ad uscire dal tunnel dello sconforto confidando sempre più strenuamente nei benefici della chelazione; ho letto la storia di Matteo ma vorrei alcune delucidazioni:

    – Tutti i malati di SM risultano intossicati da metalli pesanti o c’è chi ha la malattia pur non avendo alcuna
    intossicazione?
    – E’ condizione necessaria che manchi l’allelo al gene di cui Matteo parla nella sua storia per intossicarsi? Come fare per scoprirlo? O la medesima è possibile anche in presenza dello stesso?

    Se è vero l’assioma che tutti i malati hanno un’intossicazione da metalli pesanti, come noto dai commenti degli altri ragazzi e dalle loro personali storie di sofferenza, perchè non si persegue strenuamente la via della chelazione come condizione imprenscindibile? Se la sola motivazione del diniego fosse il dover metter in cattiva luce qualche luminare o degli interessi economici credo si debbano prendere provvidimenti molto seri.

    Secondo il professore Matteo avrebbe due malattie, intossicazione (di cui si sta curando) e sclerosi multipla?
    Quali sarebbero allore le ricadute di cui parla? Se i suoi problemi erano assimilabili all’intossicazione quali saranno quelli futuri e relativi alla SM, sono simili, sono gli stessi? E se invece fossero assimilabili alla sclerosi allora dovrebbe essere chiaro anche a lui, senza aggiungere altre considerazioni di alcuna complessità scientifica, che debellare l’intossicazione voglia dire curare anche la sclerosi come diretta sua conseguenza.

    Ci sono molte cose che non quadrano e che Matteo dovrebbe spiegare più chiaramente per non generare delle false speranze per alcuni.

    Perchè non parlate anche dei costi delle cure?
    Grazie infinitamente ragazzi e perdonate i miei, credo legittimi, dubbi!

  6. Great to see the opinions being spread on here! Try to smile, laugh and enjoy each and every day! CCSVI needs to be explored further

  7. Lory says:

    mah, io sono molto confusa. Convivo con la Sig.ra S.M. da circa 15 anni, ho fatto solo cortisonici al bisogno, in flebo chiaramente, e sono in cura presso l’Ospedale di Gallarate. VINCIAMO NOI, mi fa venire un brivido mai provato prima, ed io VOGLIO assolutamente che sia così. A te Matteo graie, grazie di cuore per la speranza che ci dai, a me e sicuramente a tanti, ma non a tutti, del club “Sclerotizzati multipli”. Per ciò che concerne l’anonimo, in maniera matura ed anche con molta umiltà, lo invito a spiegare quali siano le ragioni che lo spingono a deludere ed anche a predire il futuro di ammalati che raccontano la loro esperienza (v. Matteo). E’ medico? E’ veggente? E’ ricercatore? Sulla base di quali studi sa che quel che dice Matteo, è folle e sicuramente errato? O forse, sei anche tu ammalato e quindi deluso ed insoddisfatto, ma anche, lasciatelo dire affettuosamente, “un pò troppo malignetto?” Se non ti palesi una ragione ci sarà pure, ma che non si comprende bene, il perchè ti ostini a non dire almeno, nella vita, di che ti occupi, dato che sei certo e fiero di quel che dici. Io mi rivolgo a te ANONIMO (ma che brutto nome però), sperando che almeno a me, (che non ti attacco e non ti sfido), possa chiarire la tua erudizione in merito. Ti abbraccio affettuosamente. Ed un caro abbraccio anche a te Matteo. Lory

  8. Terry says:

    Bello vedere come ci si può arrampicare sugli specchi…e con quale faccia tosta! Il Professorone ha davvero fatto una magra figura!!
    E la conclusione con la “promessa” di un “futuro roseo” per i malati di sclerosi multipla che decidessero di continuare con le cure ufficiali… non vi pare ridicola?
    In poche parole è l’ammissione che le terapie proposte finora sono fallite! E perchè allora fidarci di chi continua a costruire su fondamenta sbagliate?
    Un po’ di umiltà farebbe bene a questi “scienziati” che si credono onnipotenti solo per aver a disposizione degli strumenti “altamente tecnologici” che permettono di vedere le “lesioni attive”… e poi non ti sanno spiegare perchè uno con lesioni attive è senza sintomi e un’altro senza lesioni evidenti … è in carrozzina!!
    Ma tanto Vinciamo Noi!!!
    Vai Matteo e grazie di esistere!

  9. Lorenzo (medico) says:

    Ho scoperto il tuo sito dalle lezioni di nutrizione biologica del dott. Mauro Mario Mariani. Sono andato a vedere la tua intervista a Canale 5. Anch’io mi toccherei o mi munirei di un cornetto di corallo gigantesco, vista la jella che ti è stata pronosticata!!!! Purtroppo temo che il dogmatismo e il riduzionismo arrivano a estremi che si potrebbereo definire ridicoli se l’argomento non fosse tanto drammatico. Si assiste al rifiuto di prendere atto di fatti reali (il tuo miglioramento) pur di non mettere in discussione le limitate conoscenze acquisite. Vi ricordate di Galileo, che chiedeva invano ad alcuni vescovi di guardare nel canocchiale per vedere i satelliti di Giove? Oggi i sedicenti difensori dello scienziato fiorentino cadono nello stesso errore: i satelliti di Giove non possono esistere per cui non bisogna guardare nel canocchiale! E’ una constatazione veramente triste…. Comunque il tuo percorso e, se mi permetti, ancor di più la tua attività di divulgazione, sono un mattone importantissimo nella costruzione di una Medicina che sia veramente al sevizio dell’uomo. Un caro saluto.

  10. PCH says:

    Sono 10 anni che combatto contro il “mostro” e contro tutti i “medici” (anche loro tra virgolette e con la “m” minuscola) che volevano sottopormi a trattamenti che mi avrebbero convinto solo se avessi potuto avere la dimostrazione di efficacia nei confronti dei medici stessi e dei loro più stretti familiari…
    Pertanto ho resistito per 7 anni senza curarmi (accettando ovviamente i boli di cortisone necessari per far fronte alle ricadute).
    Ora sono 3 anni che (per sfinimento psico-fisico) ho accettato di curarmi con il Copaxone (che mi hanno detto essere il più innocuo tra tutti i veleni proposti).
    In effetti, da più di un anno, non ho avuto più ricadute evidenti, ma ciò non toglie che sono convinta che il modo per uscire dalla malattia sia sicuramente un altro. Unico problema è sperare che questi saccenti-presuntuosi-boriosi-avidi di denaro-etc… la smettano con il loro atteggiamento e capiscano quanto sarebbe importante avere l’umiltà di ammettere che, anche in questo caso, LORO NON SONO ALL’ALTEZZA di arrivare alla soluzione.
    Solo chi convive con questa malattia sa cosa significhi essere stanchi, non scoraggiarsi, avere un corpo che non li rappresenta nel loro valore.
    Ma il corpo è soltanto un involucro… Noi siamo dentro l’involucro… E quello che c’è nell’involucro è molto, molto, molto importante e capace di fare grandi cose!
    Matteo ne è una dimostrazione vivente! Sono orgogliosa di far parte della squadra VINCIAMO NOI! pertanto ho deciso di provare e spero di poter mettere a disposizione di tutti noi anche la mia esperienza. Paola

  11. silvana RM says:

    Sono passati diversi giorni da questa “famosa” intervista di canale 5, ho lasciato passare qualche giorno di riflessione, devo dire che proprio dal cuore mi viene da urlare: quante prime donne! Prof. la realtà di un malato della sm la viviamo solo noi pazienti, ma quale andamento con alti e bassi delle crisi! Noi viviamo comunque in attesa delle crisi cercando di reagire e soprattutto, come mi ha detto un suo Collega “veda positivo … mi raccomando” e mi ha consigliato di distrarmi di uscire…..si divaghi – A ME…..
    per quanto posso vedere positivo rimango sempre una paziente affetta da sm, con due malattie immunologiche, sono passati 10 anni, sinceramente non credo a queste interviste rilasciate a TV e radio
    dove si anticipa addirittura un nuovo farmaco per la sm, reperibile negli ospedali dall’anno prossimo !!!!!
    Guarda caso…perchè adesso?
    Matteo grazie, io ho appena iniziato il tuo cammino, il percorso è molto lungo. Tu mi puoi capire quando dico “sei stato uno spiraglio” una finestra che si apre piano, piano … non so cosa mi succederà prossimamente, ma ho aperto una finestra da dove riesco a sentire un profumo di nuove sensazioni, di….
    “FIDUCIA”
    VINCIAMO NOI !!!!!

  12. Antonio says:

    come direbbe un amico …Matteo e fatt’ nu piezz e lavor..che vuol dire che Matteo sta facendo un ottimo lavoro ed oltretutto gratis..Galileo fu incolpato dalla chiesa e stava per essere ammazzato per aver negato la teoria eliocentrica…bhe mi sembra che vogliano ritornare a quelle epoche..ALLARGATE LA MENTE ed invece di finanziare solamente il nucleare preoccupiamoci anche di non finanziare troppo le case farmaceutiche che non vogliono guarirci ..ma solamente contenere un po le malattie in modo da mangiarci su il piu’ possibile

  13. grissom says:

    Caro Matteo, forse tu nn lo sai ancora, ma sei da premio Nobel!! Ti ammiro tantissimo e spero un giorno di conoscerti!!!! Grazie

  14. angela cestari says:

    Caro Matteo non sai la felicità e l’emozione che abbiamo provato nel leggere la tua email
    è stata per noi una prima vittoria.
    Noi ti scriviamo da Salerno anche se la mia mamma è in cura nell’ospedale Sant’Andrea a Roma con il professore Salvetti.
    Aspettiamo tue notizie intanto ti ringraziamo moltissimo per averci risposto…sai molte volte gli adulti non ci ascoltano!Ti mandiamo un grande bacio chissà un giorno potremo incontrarci e gridare al mondo
    VINCIAMO NOI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  15. ida says:

    Sai matteo ho seguito l’intervista che hai fatto a mattino 5, vorrei dire che va bene pensare in modi diversi ma senza la presunzione di essere in possesso della conoscenza assoluta e della scienza infusa come ha fatto il professore che con i suoi atteggiamenti mi sembrava quasi addolorato di vederti bene perchè questo forse lo faceva sentire un fallito! Bè queste frustrazioni esistenziali vanno curate dagli psicologi ma non certo cercando di denigrare un giovane pulito che cerca di portare una terapia alternativa alla conoscenza di tutti perchè forse molti potrebbero giovarne!! E poi, come dici tu, non sanno manco loro come ca…volo vengono queste patologie autommuni quindi non conoscono la causa e manco possono curare gli effetti e quindi?? Di che si sentono depauperati che manco loro guariscono noi malati e allora che male c’è a dire ” esiste questo e per me è funzionato”!!! Aprite gli occhi e sappiate che l’orizzone e il limite non esiste, ricercate il modo per guarire con cautela e intelligenza certo non andando da maghi ma sempre dai medici!! Qui si parla di medicina e non di scienze occulte ma questi stereoptipati medici del cavolo non ce la vogliono proprio fare, temono di non poter più fare tutte le visite a tanti disperati che in fondo vogliono solo guarire e non è anormale anzi. Matteo continua cosiì, sei nel giusto e sei generoso a condividere la tua esperienza e mi spiace che persone che non hanno nemmeno la lealtà di presentarsi vogliono gettar fango e soprattutto definire babbei noi tutti che siamo capaci di guardare anche un pochino più su della punta del nostro naso. La dottoressa “anonimo” dovrebbe innanzitutto presentarsi e farci capire se parla da medico o magari da malata. Di certo non sa cosa vuol dire vivere un balia di una patologia che ti stravolge la vita, che decide come devi svolgere le tue giornate condizionatamente a sè stessa, la sofferenza fisica anche frutto di reazioni dei farmaci di cui noi malati veniamo bombardati non per guarire e manco per migliorare e allora??? Di che parli anonimo ???? Non siamo limitati e usciamo dalle categorie, parecchie patologie di cui non conoscono le cause e che chiamano in modo differente potrebbero esser si causate da intossicazione da metalli pesanti, non è fantascienza basta sapere un pochino di tossicologia e di immunologia!! Matteo grazie per dedicarti a noi tutti condividendo il tuo percorso, le tue conoscenze e le tue esperienze, tu fai i fatti lascia ai veri stupidi fare le parole spesso anche offensive e irrispettose, si sa, chi è superiore nettamente può anche perdonare e giustificare i veri e originali idioti che chiacchierano di aria come aria è quella che alberga nelle loro teste. Saluto tutti, stupidi e indottrinati, per quanto mi riguarda catalogatemi pure dove cavolo vi pare perchè tanto questo non cambierà la mia persona!!!

  16. robi73 says:

    credo che fra poco(e mi riferisco non solo all’intuizione di Matteo sulla possibile causa da intossicazione da metalli pesanti alla base della sm, ma anche alle recenti ricerche del dott. Zamboni sulla ccsvi) sara’ chiaro ed evidente che tutto quello che e’ stato ipotizzato e supposto finora riguardo alla sm e’ errato.
    e che le terapie farmacologiche sono non solo inefficaci ma anche tossiche.
    ma lo sapete che il modello animale che viene utilizzato in tutto il mondo per testare le terapie sulla sm non ha praticamente niente a vedere con la sm umana, a parte il fatto che viene creata artificialmente una demielinizzazione in questi topolini?
    i vari interferoni sono del tutto inefficaci, vengono commercializzati in seguito a studi mezzi falsificati per dimostrare con deboli leggi statistiche che hanno un effetto.
    e sicuramente le compagnie farmaceutiche pagano medici e ricercatori compiacenti per fare questo.
    per quanto riguarda la trasmissione della panicucci, e’ stato scandaloso sentire il Comi parlare di roseo futuro con le attuali terapie e con quelle che stanno arrivando.
    e dire che quello che e’ successo a Matteo, con una sm scondaria progressiva, e’ nella norma. ma quale norma?????
    e poi un medico serio, di fronte ad un caso simile, se non e’ in malafede, dovrebbe fare un’indagine prima e valutare la cosa su altri pazienti, solo dopo quest’analisi puo’ dare un giudizio.
    se (come ritengo avvera’ nel prossimo futuro) la teoria di Matteo e quella del dott. Zamboni saranno confermate, vorra’ dire che tutti quei professoroni quantomeno non si sono dimostrati ne’ bravi medici ne’bravi scienziati.
    anche quando il Comi dice che chi si curera’ bene(e cioe’ con farmaci tossici e inefficaci che lui prescrive) stara’ bene, dice una cazzata immane, perche’ i vari studi con queste sostanze indicano la diminuzione del 30-40% del rischio, e non il 100%.
    e sarei pronto a scommettere che sono dati manipolati ad hoc per far approvare quel farmaco dalle varie commissioni fda emea o altre….
    e se non bastano i dati presentati, credo che le compagnie farmaceutiche “convincano” chi e’ preposto con regalie varie.

  17. grissom says:

    anonimo non parla più…perchè è stata miseramente scoperta!!!!! che ingenua!!!!!!!!!!che ridere!!!!
    Vinciamo noi!!!!
    sempre!!!!
    😉

  18. francesca says:

    PER ANONIMO: Una sola parola VERGOGNATI!!! Non sei degna, visto che sei una ragazza, neanche di una risposta….ripeto VERGOGNA…Dio ha donato all’uomo il più bel regalo…LA LIBERTA’ DI SCELTA TRA IL BENE E IL MALE…noi abbiamo scelto il primo tu cosa scegli?…Aziona il cervello prima di parlare…e lasciaci vincere perchè questo sarà il risultato finale…Forza ragazzi siamo una grande squadra

  19. giu says:

    x Anonimo,
    probabilmente sarai un medico, forse anche neurologo, forse anche vicino al prof di cui sopra, forse….
    Allora, se sei un medico, sei in malafede, so non lo sei, sei leggermente arrogante e un pò ignorante. Mi permetto di dirtelo perché io so cosa scrivo, io lo sono proprio un medico e so anche come funzionano i protocolli sperimentalli, soprattutto quelli (cioé tutti) finanziati dalle case farmaceutiche proprietarie delle molecole che vengono sperimentate, le quali hanno qualche piccolo interesse (e anche i medici che vi partecipano)….
    Ti dirò di più: qualche anno fa sono stato a Milano, al Besta, dove, valutata la mia situazione, mi hanno sconsigliato l’interferone, sostenendo che sarebbe stato solo questione di tempo e di “moda”, ma gli interferoni sarebbero scomparsi, visti i dubbi sulla loro reale utilità, aggiungendo, però, che se fossi stato al S.Raffaele loro me l’avrebbero sicuramente proposto….sono più scientifici…
    Infine, se sei un medico (forse), capiresti meglio di me, che gli immunosoppressori agiscono sulla patogenesi, ma non sulla causa, cosa che, invece, fa la terapia chelante (laddove c’é un’intossicazione da metalli).
    Sicuramente non tutti i medici sono arroganti, così come non tutta l’omeopatia è una c…fidati; conosco un pò gli uni e un pò l’altra, so a cosa possono servire e a cosa no.
    Sappiamo che dalla SM non si guarisce, ma forse si può stare meglio di come fanno stare le terapie immunosoppressive che possono anche servire, in parte, ma non sono l’unica soluzione, l’unica strada, né, da sola, la più giusta.
    Forse ti ho dato troppa confidenza, troppe spiegazioni, e ti ho dedicato troppo tempo.
    Sarebbe meglio che passassi tempo a fare altro , invece di fare ironia e sarcasmo verso persone che forse hanno qualche problema in più di quello che hai tu e che stanno cercando una soluzione migliore per se stessi e, se possibile, per gli altri che hanno lo stesso problema.
    Grazie per i consigli, ma visto quello che sei in grado di scrivere, ne possiamo fare a meno.

  20. stefano says:

    se googlate la mail vedrete che colei che ci da lezioni di vita e che già conosce tutto della medicina è una giovane urologa di milano 26enne…..che fortunatamente per lei non deve mai essere passata per le mani di qualche macellaio in camice bianco! ti auguro di non aver mai problemi seri di salute, come molti di noi hanno, perché allora le tue certezze mediche svanirrebbero in un baleno!

  21. grissom says:

    Per anonimo:
    la mamma dei cretini è sempre incinta……. non credo che tu sia l’ultimo, ma spero che sia l’ultimo ad interessarsi di sclerosi!! e cmq ricorda che fino a 45 anni la sclerosi si può sempre avere……
    Grande Matteo!
    vinciamo noi!!!!! 😉

  22. Anonimo 2 says:

    Ciao Anonimo,
    ma perchè non ti fai un’analisi di coscienza e visto che la verità assoluta non la sai nè TU nè (purtroppo) tutti NOI sostenitori di Matteo e della sua cura? Chi ti credi di essere, un altro luminare?
    Poi senti… visto che come tu stesso affermi “Il decorso della SM è caratterizzato da periodi di remissione e di benessere totale e periodi di “riaccensione” della malattia. E’ noto ed è assolutamente tipico.” mi fai qualche altro nome di gente che dalla sedia a rotelle ha ripreso la vita normale che aveva lasciato?
    Immagino che ne avrai tanti in testa… ahahah… BABBEO, rifletti prima di scrivere stronzate

  23. graziella says:

    Ops
    Caro anonimo
    Dimenticavo… Visto che io sono una babbea e so, in ambito medico, molte più cose di te, tu cosa sei?

  24. graziella says:

    Ciao Anonimo
    Ma non hai proprio nient’altro da fare?
    E se proprio credi alle cose che pensi perchè non lasci fare quello che ci pare a Matteo e a noialtri?
    Non puoi vero? E sai perchè? Perchè sei, mi sembra, un pò ignorante… Scusami ma sono una biologa e so bene i gravi effetti derivanti da alte concentrazioni nell’organismo di metalli pesanti. E allora caro anonimo prova a prenderla in un altro verso: i malati di SM sono pieni di metalli pesanti, questo determina un urgente bisogno di eliminarli, dopodichè continueranno a essere malati di SM ma staranno MOLTO BENE, contento? Avranno sempre la SM ma staranno molto bene. Contento? Non guariranno mai dalla SM ma vivranno in salute.
    Bravo anonimo, hai ragione…
    Un consiglio con affetto: prova a sfogliare qualche libro di tossicologia ogni tanto.
    Baci

  25. Caro Anonimo, (IP: 151.57.64.58 downhearted84@email.it),
    vede non le avevo pubblicato il commento semplicemente perchè non mi ha detto come si chiama, per quale motivo deve rimanere anonimo, di cosa ha paura?
    Vede di solito chi non ha nemmeno il coraggio di dire come si chiama non merita nemmeno una risposta, ma le voglio bene ed ecco perchè le risponderò…
    1) “un altro discorso”???
    accumulo di metalli pesanti detti anche tossici e neurotossici a fronte di una malattia sconosciuta che colpisce i neuroni secondo Lei è “un altro discorso”?
    2) “Babbei che ci cascano”???
    E’ vero o non è vero che i metalli tossici sono tossici e neurotossici? E’ vero o non è vero che nel corpo umano non ci devono essere? … il resto lo lascio agli stessi “Babbei”…
    3) “@Giu: pensi che la medicina ufficiale sia piena di arroganza solo perchè ti rifiuti di accettare eventuali rischi che certe cure possono dare.”
    Ma Lei come “caspiterina” ragiona? e scusi per la parola “ragiona”… “Eventuali”?????????????? 😉 ahahahah…
    4) “omeopatia (altra cazzata colossale)”
    no… non sia volgare, perchè se no uno cosa può dire della flebo chemioterapica blu puffo che prima di fare quella bisogna farne un’altra per non vomitare quella che ti fanno dopo, con effetti collaterali poco probabili, quali leucemia, cancro, sterilità, problemi cardiaci, per curare qualcosa che cancro non è…
    5) “è assolutamente tipico”
    sì lo so la storia degli alti, dei bassi e poi ancora degli alti, dei bassi…
    Sa… Io sono l’ultimo degli stupidi e non mi permetto di insegnarLe niente, tra parentesi non ne sono nemmeno degno… ma mi hanno insegnato una cosa ad ingegneria, il principio causa – effetto, probabilmente questo è un concetto a Lei è estraneo…
    Se sono stato male per 9 anni e poi mi detossifico dai metalli tossici e neurotossici (e se si chiamano così c’è una ragione) e sto bene dal giorno dopo, DAL GIORNO DOPO, chi me lo ha fatto fare di farmi l’agente chemioterapico per curare qualcosa che cancro non è?
    6) “Non sei guarito dalla sclerosi multipla.”
    Ma chi lo ha mai detto? … e le svelerò un segreto sotto voce, che sarà noto solo a Lei e a me… Penso che l’etichetta “Sclerosi Multipla”, come la “Colite Ulcerosa”, “morbo di Chron”, “fibromialgia”, “MCS” and so on, sia appunto solo un’etichetta, normale (e comprensibile) esigenza dell’uomo di catalogare una patologia per poi affrontare le rispettive terapie (E NON CURE), ma se non è chiara l’origine come fa ad essere chiara la destinazione a fronte di cure, che hanno probabili effetti collaterali importanti? Si da il caso però che tutte queste patologie siano viziate da una forte intossicazione ai metalli pesanti e tossici (GIA’ DIMOSTRATO) e allora cosa ne pensa se invece di sparare subito con il bazzuca proviamo prima con l’ammazza zanzare?
    7) “E te ne accorgerai fra qualche tempo quando riprnederà la fase attiva della malattia.”
    Anche io le voglio bene, dico davvero, grazie per aver paura per me… 😉
    8) “E te ne accorgerai fra qualche tempo quando riprnederà la fase attiva della malattia.”
    Ma che spettacolooo! Non sono scaramantico, ma una sfrugugatina ai testicoli ora non ci starebbe male… ahahahah… La paura è generalmente legata alla non conoscenza e se questi concetti sono chiari a me che sono ingegnere e che faccio tutto questo nel mio tempo libero (GRATIS), non vedo perchè non ci debba arrivare anche lei (PROBABILMENTE PAGATO)… Chissà perchè il sistema immunitario si ribella a se stesso… Forse perchè non sa come lottare con qualcosa a lui sconosciuto…? Ma non voglio svelarle troppo…
    9) “Vedo che non hai pubblicato il mio commento. Ti preoccupano i pareri discordanti?”
    No niente affatto, ma si vede che non ha nemmeno tempo di leggere i commenti… Lei si che è deve essere proprio una persona impegnata…
    10) “Come tutti i “ribelli ” che si rispettino d’altronde.”
    sì ha proprio ragione Lei… ahahahah…
    11) “abbi il coraggio di accettare anche le critiche.”
    Io le critiche le accetto TUTTE ma solo da chi ha le palle di dirti almeno come si chiama…
    Tanto sa cosa le dico…?
    Vinciamo noooi…!
    Matteo

  26. Anonimo (IP: 151.57.64.58) says:

    Vedo che non hai pubblicato il mio commento. Ti preoccupano i pareri
    discordanti?
    Come tutti i “ribelli ” che si rispettino d’altronde.
    Se hai pubblicato un blog esponendoti in questo modo, non facendone più una
    questione personale ma andando ben oltre, abbi il coraggio di accettare
    anche le critiche.

  27. Anonimo says:

    Il decorso della SM è caratterizzato da periodi di remissione e di benessere totale e periodi di “riaccensione” della malattia. E’ noto ed è assolutamente tipico. Io ci penserei bene se fossi in te.

    @Giu: pensi che la medicina ufficiale sia piena di arroganza solo perchè ti rifiuti di accettare eventuali rischi che certe cure possono dare. Senza sapere cosa ci sta dietro quelle cure, senza avere idea di quale sia l’iter da percorrere per validare una determinata terapia e senza conoscere che ci sono evidenze ben precise dell’efficacia di una determinata terapia. Cosa che non c’è per l’ozonoterapia o per l’omeopatia (altra cazzata colossale).
    Magari hai incontrato qualche medico arrogante (o che non ti ha detto quello che volevi sentirti dire) e di conseguenza pensi che la medicina ufficiale sia solo “falsa prosopopea”

  28. Anonimo (IP: 151.57.64.58) says:

    Per me sei un folle, lasciatelo dire.
    Le RM che ti hanno fatto parlano chiaro, e la sintomatologia pure. Che poi tu possa anche avere un deficit enzimatico e un accumulo di metalli pesanti è un altro discorso.
    Hai “sconfitto” la malattia quando? Nel 2007? Aspetta un altro poco e vedrai.

    Complimenti, e complimenti a tutti i babbei che ci cascano. Purtroppo non avete la cultura necessaria per capire che dietro certe affermazioni ci sono anni e anni di ricerca scientifica e non frottole. Avete solo la presunzione di dire “si documenti” a gente che ha dedicato anni a studiare queste cose e ha ottenuto successi applicando certe terapie. Senza contare che queste terapie fanno parte di “protocolli” e non sono invenzioni del singolo professorone che ha interessi economici.

    Il decorso della SM è caratterizzato da periodi di remissione e di benessere totale e periodi di “riaccensione” della malattia. E’ noto ed è assolutamente tipico. Io ci penserei bene se fossi in te.

    @Giu: pensi che la medicina ufficiale sia piena di arroganza solo perchè ti rifiuti di accettare eventuali rischi che certe cure possono dare. Senza sapere cosa ci sta dietro quelle cure, senza avere idea di quale sia l’iter da percorrere per validare una determinata terapia e senza conoscere che ci sono evidenze ben precise dell’efficacia di una determinata terapia. Cosa che non c’è per l’ozonoterapia o per l’omeopatia (altra cazzata colossale).
    Magari hai incontrato qualche medico arrogante (o che non ti ha detto quello che volevi sentirti dire) e di conseguenza pensi che la medicina ufficiale sia solo “falsa prosopopea”

    Non sei guarito dalla sclerosi multipla. E te ne accorgerai fra qualche tempo quando riprnederà la fase attiva della malattia.
    Continua nella tua opera di alimentare false speranze dei malati solo perchè rifiuti una pesante verità

  29. giu says:

    Fermo restando che disapprovo totalmente i modi e la sostanza delle cose del prof. Comi, c’è da dire, ne siamo testimoni in tanti, che, anche per anni anni la SM può andare completamente in remissione senza alcun sintomo residuo. Figurarsi che ancora dopo 4 anni dal primo attacco riuscivo a giocare a calcetto senza nessun problema. Oggi, dopo 15 anni, riesco a camminare a malapena, con una una serie di problemi che non sto qua a dire (per rispetto di chi è molto meno fortunato di quanto non lo sia stato io). Credo che, ormai, sia il caso di lasciar perdere il prof. e la sua falsa prosopopea di cui è piena la medicina ufficiale (anche se non tutto è così, anzi….) e stare stare tutti uniti per rendere più proficuo il gran lavoro che fa per noi il grande Matteo che ci sta andando l’opportunità di percorrere un strada piena di difficoltà ma anche piena di speranza per ottenere quel qualcosa che senza di lui probabilmente non avremmo mai ottenuto.
    Solo così, forse, WINCEREMO NOI !!!!!!

  30. Federico Bozzoli says:

    ma, scusate i termini, ma che minchia dice il Prof Comi??
    e’ la norma avere alti e bassi e tornare indietro nei sintomi?
    possono sparire del tutto???? bah! no ho mai sentito ne’ visto nulla del genere.
    sta difatto che Matteo salta e corre e…. e questo, francamente, per un malato di SM che cammia con difficolta’ o addirittua peggio, non credo sia un obiettivo auspicabile nel suo futuro, quanto piuttosto un tenero ricordo del suo passato.

  31. Antonello says:

    Mattè non vedo l’ora che quell’essere ignobile che avevi di fianco e tutto il resto della categoria faccia la fine che si merita!Quelli come lui non sono medici…dov’è finita l’etica?! Mercenari…ecco cosa sono!!!!Quel giorno arriverà ne sono convinto…SIAMO SEMPRE + FORTI! Nell’attesa passoparola!!!

    VINCIAMO NOI!!!!

  32. mariella says:

    Addirittura Il Prof. Comi!!!! Matteo continua ad urlare il tuo messaggio, fai gruppo e presentatevi in tanti per mettere in crisi e zittire ‘sti sapientoni” che ci seguono con molto INTERESSE” !!! Ma avete sentito l’appello finale?? …. Futuro roseo… Matteo gli hai messo strizza?!! Vinciamo Noi!!!
    circa un’ora fa ·

  33. Liliana says:

    … il medico nn voleva ammettere O di aver sbagliato diagnosi O che effettivamente tu sei tornato indietro da una forma senza ritorno solo con cure alternative
    E cercando in rete relativamente al suo nome le mitiche cure alle quali accenna alla fine… una è stata addirittura sospesa !
    no comment

  34. grissom says:

    un giorno parleranno di noi come quelli che hanno creduto in Matteo e hanno vinto!!!!EROI!!!! LO SIAMO GIA’!!!

  35. pietro says:

    Grande Matteo, l’interviasta mi è piaciuta tantissimo tranne il commento del medico che è stato molto superficiale dando delle risposte che non hanno senso.
    Il professore si è capito che non vuole vedere al dilà del suo naso e che è convinto che la terapia tradizionale è quella corretta, ma i risultati chi gli ha ottenuti?
    Matteo stai sempre di più dimostrando quello che sei riuscito ad ottenere, sicuramente la strada sarà ancora ardua e piena di ostacoli e dovrai mandar giu ancora dei bocconi amari ma se sei arrivato fin qua niente e nessuno ci può fermare.

    Vinciamo noi

  36. Linus Pauling says:

    i post dei malati di SM parlano da soli: risultati scarsi o nulli, se non peggiorativi, con la terapia tradizionale, grandi benefici con la chelante e i metodi che assecondano il rinforzamento e la naturale guarigione del corpo. Tra l’altro avete notato che nei contenitori televisivi tipo elisir neanche per sbaglio può capitare di avere un paziente in studio? Parlano solo i medici, e lo fanno ripetendo a mo’ di disco rotto i soliti concetti-chiave che ormai tutti conosciamo a memoria: la malattia è incurabile, le cause sconosciute, fate spesso controlli altrimenti rischiate.. però non vi preoccupate che sono in arrivo cure fantasmagoriche. Eppure sarebbe interessante ascoltare la voce di chi quelle cure le sperimenta sul suo corpo, una speci. di controllo di qualità insomma. Ma a quanto pare il paziente è una figura che nei nei programmi di informazione medica non ha nessuna voce in capitolo.

  37. roberto says:

    @Silvana
    io abito vicino a Giaveno se visiti il sito http://www.terapiachelante.it nella sezione associati troverai 2 medici che operano a Torino. Io vado da S. non esitare a contattarmi tramite Matteo :ti darò tutte le info che potrò.
    Ad esempio nel forum se immetti come chiave di ricerca “CTO” trovi dove andare a fare l’esame delle urine.
    L’altro medico riceve ad Almese e fa servizio a domicilio.
    Un abbraccio
    Roberto
    WINciamo nooiii!!

Leave a Reply

More

Read more posts by